Lettera a un’amica che diventa mamma

26 ottobre 2015

Voglio solo dirti che le mamme perfette non esistono.
Te lo hanno già detto, lo so, ma è proprio vero. Perché ad un certo punto ti sembrerà di poter fare tutto, e da sola, e probabilmente sarà anche vero, ma… non è giusto.
Ricorda di restare te stessa, di tenerti del tempo per te, di mangiare e di dormire, di concederti qualche momento di ozio purissimo, di metterti il rossetto.

Lettera a un'amica che diventa mamma

Lettera a un’amica che diventa mamma

Ascolta i consigli, ma fai di testa tua. Tanto tutti avranno sempre da dirti qualcosa.
A volte saranno saggi consigli, a volte saranno frecce imbibite di sensi di colpa: lascia stare. Mia suocera me lo ha insegnato: ascolta tutti, sorridi, e poi fai come vuoi.

Sii indulgente con te stessa e anche con tuo figlio. Così come noi non siamo perfette, nemmeno i nostri figli lo saranno.
Loro non lo sanno, che noi li abbiamo sognati, desiderati, amati ancora prima che esistessero. Non sanno che li abbiamo idealizzati.
Non facciamogliene una colpa: educhiamoli alla libertà e alla pace, a esprimere se stessi in modo autentico, e a perdonarsi a loro volta.

Una catena di pace e perdono: questo sono i figli. E anche altro.

E ci saranno momenti faticosi, risvegli notturni, ma anche sorrisi sdentati, abbracci, il profumo delle coccole, i risvegli pigri nel lettone, i pianti inconsolabili.
Conserva tutto con estrema cura: sia i momenti difficili, che quelli facili.

Per il resto: respira.
Respira e abbraccia, coccola, annusa, stropiccia.

Concentrati solo sull’amore, che è il miglior vizio che tu possa offrire, e anche domandare.

Mamma Felice